Storia dell'osteria Hermada

Musica giovane all’”Hermada”

Da qualche tempo il ristorante è aperto anche a mezzogiorno mentre prima funzionava solo alla sera. E’ un ambiente diverso., giovane, colorato con grandi sale che si affacciano sul giardino interno. Tutte le sere c’è musica in sottofondo.

Ad animare le serate ci pensa Franz Maria Gargiulo che da perfetto anfitrione non solo riceve gli ospiti all’arrivo ma li intrattiene per tutta la durata della serata. Serate quindi al fresco, in allegria gustando la buona cucina dello chef Salvatore Caterino e della zia Flora. Le ricette piemontesi si alternano con ricette meridionali in una vasta gamma di sapori e profumi. Ecco il menù: risotto tutto mare, gnocchi fatti in casa al Roquefort, pasta e fagioli, trippa dell’osteria, merluzzo alla napoletana, petto di tacchino al curry, costolette di agnello alla griglia, costata di puledro ai ferri eo alla palermitana, pecorino siciliano con le pere.
Tra i dolci budino della pila, fragole al vino, gelato con cioccolato caldo, biscottini con zibibbo. Vini piemontesi, abruzzesi e siciliani di Menfi. Prezzo medio di un pasto, vini compresi: 30/40 mila.

Related Posts